E' già di nuovo ora di football. Dopo la delusione di Atlanta dello scorso febbraio, i Los Angeles Rams tornano in campo doman notte ad Oakland per la prima delle quattro partite di preseason contro i Raiders, per preparare la quale, i ragazzi di coach McVay si sono trasferiti nelle facilities dei nero-argento ed hanno fatto un aio di allenamenti congiunti, dopo che la stessa cosa era avvenuta ad Irvine con i Chargers.
Se però l'allenamento congiunto con l'altra squadra di Los Angeles era stato abbastanza tranquillo, quello con i Raiders ha visto la classica rissa (anzi, due)che avviene nel 90% dei casi quando due squadre si allenano assieme in preseason. Con le telecamere di Hard Knocks puntate addosso, poi, la possibilità del rissone gigante non era nemmeno quotata dai bookmakers di Las Vegas,
Domani sera, dunque, si vedranno per la prima volta all'opera i Rams 2019, anche se, come da tradizione di queste partite, praticamente nessun titolare metterà piede in campo, eccezion fatta per quelle posizioni in cui c'è ancora incertezza (Kizer come linebacker, Joseph-Day in linea di difesa) oppure per chi, come Brian Allen e Joe Noteboom, ha forse bisogno di avere qualche snap in più nelle gabe prima di debuttare da starter a settembre.
Anche loro, comunque, giocheranno al massimo un paio di serie, così come anche Blake Bortles, che lascerà spazio ad Allen e Woldorf per la battaglia per il terzo spot. Dopo il rissone di ieri ci si aspetta una partita calda più di quanto già non siano normalmente le partite con i Raiders, per cui l'infortunio stupido è dietro l'angolo e McVay farà di tutto per preservare i pochi titolari che giocheranno.
In queste due settimane di camp, oltre ad aver assistito al ritiro da Ram (con un contratto da un giorno) del grande Steven Jackson, abbiamo avuto qualche indicazione in più, soprattutto per quanto riguarda il grosso punto interrogativo che perseguita i Rams dallo scorso gennaio: come sta il ginocchio di Gurley?
Quella che ormai è stata ribattezzata "The Patella Novella" è argomento caldo ad ogni conferenza stampa dopo l'allenamento, ed ormai è una schermaglia infinita tra i giornalisti che chiedono informazioni, ed il front office (ed il giocatore stesso) che continuano con il mantra "everything is fine".
Noi siamo per una facile scommessa di un ruolo un po' ridimensionato per Todd Gurley nel 2019, con frequenti uscite di Brown, Henderson e Kelly.
Un'altra facile scommessa che ci sentiamo di fare è su Jared goff, che finirà meglio della scorsa stagione (sperando, quindi, in un risultato ancora migliore...).
Si respira aria di ottimismo in casa Rams, convinti che un'altra grande stagione sia alle portw: noi ovviamente ce lo auguriamo di tutto cuore.
0
0
0
s2sdefault