Overview
 
Death, taxes and David Long sitting under a receiver's chin waiting to jam and bully the release - all three are inevitable. He lacks height, length and makeup burst, but it is hard to find tape where those areas came back to haunt him very often. He's patient from press, stays connected to routes underneath, but may have to adjust to off-man and prove he can withstand vertical challenges against taller targets. He's not as long, loose or fast as teams like, but he's a consistent cover man with the talent to find reps early in his career.
 

0
0
0
s2sdefault

Overview
 
He checks in slightly undersized, doesn't have great vision and runs with a narrow base that makes him easier to tackle, but so far, those concerns haven't slowed him one bit. Big-play production is impossible to ignore, but his running style makes him best-suited to a complementary slasher role in a spread-based attack. In basketball, Henderson would be the explosive sixth man with the ability to swing certain games in your favor if he catches fire. On the ground or out of the backfield, Henderson can catch fire.
 

0
0
0
s2sdefault

Overview
 
Versatile three-year starter who combines tenacity with football intelligence to play at a consistently high level. Rapp isn't big, but he's well-built and durability hasn't been a concern despite his physical nature as a striker. He played all over the field this year and might be best-suited in a mix between down safety and two-high looks with the ability to cover tight ends. His coverage talent is average, but his run support effort and open-field tackling are clearly defined strengths that make him a relatively safe selection.
 

0
0
0
s2sdefault

Come si paventava prima dell'inizio del draft. i Los Angeles Rams hanno scambiato la loro prima scelta, numero 31 assoluta, cpon gli Atlanta Falcons, per scendere di qualche posizione ed acquisire una ulteriore scelta al terzo giro, che dà così ai californiani quattro scelte nelle prime 100 anzichè solo tre.
Ai Falcons vanno la 31esima scelta e la 203esima dei Rams, mentre a Los Angeles vanno incambio le scelte numero 45 e 79.
A questo punto del tabellone, con i migliori prospetti già andati, Les Snead e Sean McVay hanno ipotizzato di riuscire comunque ad avere a disposizione qualche giocatore interessante anche quattordici giri più in giù, ma la prospettiva di aggiungere una ulteriore scelta allo spot 79 è evidentemente più allettante che tenersi la 203esima e scegliere alla 31esima un giocatore che, probabilmente, sarà disponibile anche più tardi.
Vedremo domani, quindi, come si svolgerà il draft per i Rams, senza escludere la possibilità di un'altra trade down, scenario al quale Snead e McVay ci hanno già abituato nelle passate stagioni.
0
0
0
s2sdefault

Finalmente ci siamo! Abbiamo le date di tutte le partite della stagione 2019. In realtà abbiamo le date precise di 15 delle 16 partite, perchè la sfida della penultima giornata con i San Francisco 49ers non ha ancora una collocazione certa tra il 21 ed il 22 dicembre, perchè è una delle partite sottoposte alla cosiddetta "flexible schedule", la procedura che permette alla NFL di cambiare la calendarizzazione di alcune partite tra la week 11 e la week 17 in base ad esigenze televisive ed opportunità in base all'importanza dellìincontro.
La "rivincita dell'interferenza" con i New Orleans Saints sarà subito alla seconda settimana. I Saints avranno certamente il dente avvelenato e sarà una bella partita, ma noi metteremmo subito la firma per un epilogo come lo scorso anno: sconfitta in stagione e Rams al Super Bowl.
Uno solo il Monday Night, quello di week 12 il 25 novembre contro i Baltimore Ravens, come uno solo sarà il Thursday Night, a Seattle il 3 ottobre, alla terza giornata. Per contro i Rams saranno di scena al Sunday Night per ben tre volte: in week 3 a Cleveland il 22 settembre, in week 11 con i Chicago Bears il 17 novembre ed in week 14 contro i Seahawks l'8 dicembre.
0
0
0
s2sdefault

In attesa della schedule completa, che verrà pubblicata questa notte, la NFL ha comunicato le date delle partite internazionali. Quella che vedrà i Rams affrontare i Bengals a Londra si giocherà a Wembley domenica 27 ottobre ad un orario che non è ancora chiaro se siano le 18 o le 19 italiane (le comunicazioni degli orari sono contrastanti sui siti americano ed inglese).
Un peccato non giocare nel nuovo stadio del Tottenham, anche perchè l'unica apparizione a Wembley conicise con la pesante sconfitta rimediata dai New England Patriots nel 2012. La squadra è com8unque molto diversa da quella di sette anni fa, fortunatamente, per cui ci aspetta uno spettacolo decisamente migliore.
Horned Heroes sarà ovviamente presente per raccontarvi la partita nei minimi particolari (sperando di non avere tutti i problemi di connessione avuti ad Atrlanta lo scorso febbraio).
A breve verranno quindi messi in vendita i biglietti per la partita di Londra. State all'erta, perchè si esauriscono in un amen!
0
0
0
s2sdefault

La Alliance of American Football ha chiuso i battenti la scorsa settimana, lasciando una marea di giocatori a spasso a due giornate dalla fine della regular season, ma molti di questi stanno firmando in questi giorni dei contratti con squadre NFL o CFL, a dimostrazione che il livello di gioco della AAF non era poi così pessimo e che, comunque, la sua missione di preparare i giocatori per il grande salto o per tornare da dove erano venuti, non era poi così campata per aria.
Anche i Rams hanno messo sotto contratto un giocatroe proveniente da questa lega: si tratta di John Wolford, quarterback degli Arizona Hotshots, sicuramente tra i tre migliori quarterback della lega assieme a due vecchie conoscenze dei Rams, Garrett Gilbert (draftato nel 2014 dagli allora St.Louis Rams) e Luis Perez (che ha fatto l'intero training camp 2018 con Los Angeles), che ha firmato per gli Eagles.
Wolford ha avuto un avvio di stagione strepitoso per poi calare a metà stagione, anche a causa di un infortunio patito alla terza giornata.

0
0
0
s2sdefault

La NFL ha definito le partite della preseason 2019, ed i Rams hanno ora la loro schedule per le quattro partite che precedono la stagione regolare. Una delle quattro la si conosceva già, perchè la settima scorsa la NFL aveva annunciato che i Rams ed i Cowboys si erano accordati per giocare una partita di preseason ad Honolulu, all'Aloha Stadium sede di tantissimi Pro Bowl, il 17 agosto.
Gli altri tre avversari dei Rams saranno i Raiders, l'8-10 agosto, i Broncos il 22-24 agosto ed i Texans, il 29-31 agosto.
Le date precise e gli orari verranno comunicati in seguito.
Raiders e Texans (già incontrate nella preseason 2018) saranno affrontate fuori casa, mentre quella contro i Denver Broncos è l'unica partita di preseason che i Rams disputeranno al Los Angeles Coliseum.
 
0
0
0
s2sdefault

Continuano i movimenti in entrata a Los Angeles, nonostante lo spazio nel cap sia davvero ridotto. Sono opzioni più o meno "low cost" ma che danno comunque un buon valore aggiunto al roster.
Nella serata di ieri è stato trovato l'accordo con Clay Matthews, linebacker ex Green Bay Packers, che ha firmato un contratto per due anni a 16,75 milioni di dollari. Matthews non è certo all'apice della sua carriera e l'età non è più verdissima, ma come sostituto di Mark Barron come inside linebacker da affiancare a Littleton non è affatto male. Chissà che quest'anno si riescano a risolvere i problemi in mezzo alla difesa riscontrati la passata stagione?
Altro arrivo eccellente è quello di Blake Bortles, quarterback proveniente da Jacksonville. Proprio il contratto con Jacksonville, che prevede ce i Jaguars paghino 6.5 milioni a Bortles nel 2019 anche se lo hanno lasciato andar via, ha fatto sì che il quarterback trovasse un accordo molto interessante per i Rams: 1 anno di contratto ad un milione di dollari. Sicuramente un miglioramento nel ruolo di backup, con Sean Mannion free agent che pare diretto verso Minnesota ad un prezzo maggiore rispetto a quello che i Rams pagheranno per Bortles, e la differenza di esperienza non si discute.

0
0
0
s2sdefault

Con l'arrivo di Eric Weddle era solo questione di giorni, se non ore, ed in effetti così è stato: Lamarcus Joyner lascia i Rams per firmare un contratto di 4 anni con i Raiders, ma non è l'unico giocatore che saluta Los Angeles.
Anche Rodger Saffold, infatti, firma un quadriennale, probabilmente l'ultimo della sua carriera, con i Tennessee Titans. Saffold era il più "vecchio", inteso come militanza, tra gli attuali Rams, ed ha avuto una storia piuttosto travagliata. Fallito l'inserimento come left tackle, Saffold aveva firmato per i Raiders qualche stagione fa, senonchè le forti perplessità sul suo conto fecero sì che "misteriosamente" fallisse le visite mediche ad Oakland, ritornando ai Rams. In effetti fu la sua fortuna, perchè venne spostato nel ruolo di guardia sinistra dove si impose fin da subito come uno dei migliori bloccatori sulle corse. In queste ultime stagioni il suo rendimento era ulteriormente migliorato, grazie anche alla presenza di Sullivan e Withworth ai due lati, ed aveva anche ridotto il numero di infortuni che avevano caratterizzato i primi anni della sua carriera.

0
0
0
s2sdefault