Va via, no resta, lo scambiamo, lo tagliamo, non ci serve, troppi soldi... ed alla fine Tavon Austin giocherà ancora una stagione a Los Angeles sponda Rams. La decisione del front office arriva qualche giorno dopo l'addio di Sammy Watkins, che lascia scoperto un posto come ricevitore, posto che evidentemente Snead e McVay non hanno intenzione di coprire in free agency. L'unico nome vagamente appetibile e disponibile a cifre ragionevoli era Terrelle Pryor, ma il tempo passato assieme a McVay a Washington deve aver convinto l'head coach a non ripetere

0
0
0
s2sdefault

Poche ore all'inizio ufficiale della stagione 2018 della NFL (e di conseguenza della Free Agency) ed ancora numerosi sono i movimenti che vedono cinvolti i Rams. La notizia più importante è il nuovo contratto firmato dal nickel back Nickell Robey-Coleman. L'ex Buffalo Bills ha siglato un accordo per tre anni del valore totale di 15,75 milioni di dollari, di cui otto garantiti, un significativo miglioramento rispetto agli 875mila dollari del contratto 2017, un aumento meritato sul campo.
Con Joyner dietro ed il trio formato da Peters - Talib e

0
0
0
s2sdefault

A poche ore dall'apertura ufficiale della free agency, arriva la notizia secondo la quale il WR Sammy Watkins avrebbe trovato un accordo con i Kansas City Chiefs, per cui giocherà la stagione 2018 (e le prossime due) nel Missouri. Assieme al centro John Sullivan, Watkins era il free agent piu "importante" dei Rams, e solo ieri sera erano state riportate delle voci secondo cui il front office dei Rams sarebbe stato intenzionato ad affrontare la situazione di Watkins inmaniera aggressiva, facendo di tutto per tenerlo. Quel "di tutto", però, non comprendeva di certo i 16 milioni di dollari l'anno (10

0
0
0
s2sdefault

Non si ferma l'uragano Rams a pochi giorni dall'apertura ufficiale della free agency. Sono ben due i colpi messo a segno dal front office di Los Angeles che sta chiaramente puntando a costruire una squadra in grado di competere subito e ad ogni costo. Nella giornata di ieri i Rams hanno messo sotto contratto il cornerback Sam Shields ed hanno raggiunto un accordo con i Denver Broncos per l'acquisizione del cornerback Aqib Talib in cambio della quinta scelta del draft 2018. Shields è chiaramente un'acquisizione per dare profondità ed esperienza

0
0
0
s2sdefault

Le recentissime notizie sulle transazioni difensive dei Los Angeles Rams hanno sicuramente sconcertato la fan base, generando decine e decine di discussioni e lasciando nell’incertezza una buona parte di tifosi che sono stati presi letteralmente in contropiede dalle trade di Robert Quinn prima e Alec Ogletree ieri sera.
Cerchiamo di mettere un po’ di ordine, quindi, provando a capire la strategia del front office e cosa può aver portato a privarsi di due giocatori talentuosi come Ogletree e Quinn.
Innanzitutto ci sono i problemi di salary cap. I Rams devono

0
0
0
s2sdefault

Dopo la stagione più entusiasmante degli ultimi quindici anni, i Los Angeles Rams hanno deciso di rendere altrettanto interessante anche la Off Season. Dopo la trade per Marcus Peters e Robert Quinn, arriva piuttosto a sorpresa lo scambio di Alec Ogletree, che viene mandato ai New York Giants in cambio di scelte al draft che conosceremo nelle prossime ore.
Dicevamo una transazione sorprendente, doprattutto perchè gli insider davano la trattativa per il rinnovo del contratto di Ogletree ai particolari ed alle postille, mentre ora viene fuori

0
0
0
s2sdefault

Ieri sera alle 23 scadevano i termini per presentare i cosiddetti "Franchise Tag" alla NFL, cioè i contratti vincolati per quegli atleti con cui il front office non ha trovato un accordo per il contratto ma che non vuole comunque lasciar andare. Dopo due tag consecutivi per Trumaine Johnson, anche quest'anno il tag dei Rams è andato ad un defensive back: LaMarcus Joyner. Joyner ha "battuto", se così possiamo dire, Sammy Watkins di un'incollatura, poichè erano proprio questi due giocatori gli indiziati ad essere taggati quest'anno. Il front office è intenzionato a non perdere 

0
0
0
s2sdefault

Altro movimento importante in casa Rams. Dopo la firma di Marcus Peters, tocca a Robert Quinn, che è stato scambiato con i Miami Dolphins per una quarta scelta al prossimo draft oltre allo scambio delle rispettive scelte al sesto giro tra Los Angeles e Miami.
Che il posto di Quinn fosse a rischio lo si sapeva, soprattutto in virtù del pesante contratto che quest'anno avrebbe gravato sulle casse dei Rams per 10.3 milioni di dollari per un cap hit totale di 12.4 milioni nella stagione 2018, senza contare gli 11.8 milioni previsti per il 2019, l'ultima stagione delle quattro previste

0
0
0
s2sdefault

La Free Agency (e di conseguenza anche il periodo di trading) inizierà ufficialmente solo tra qualche settimana, cioè il 14 Marzo, ma qualche movimento inizia già a prendere forma, sebbene in via non ufficiale, ovviamente.
Uno dei primissimi movimenti ha fatto scalpore nella serata di ieri, e riguarda i Kansas City Chiefs ed i Los Angeles Rams. Queste due franchigie si sono infatti accordate per scambiare il cornerback Marcus Peters, che andrà quindi a Los Angeles, presumibilmente per un pacchetto di scelte non ancora definito (o, per meglio dire, non 

0
0
0
s2sdefault

Incetta di premi per i Rams alla serata di gala "NFL Honors", durante la quale, come ormai tradzione da qualche anno, sono stati assegnati i premi individuali per la stagione 2017.
Il titolo di miglior giocatore è andato a Tom Brady, QB di New England, per la terza volta, confermando così come sia praticamente impossibile, nei tempi moderni, strappare tale riconoscimento dalle mani di un QB. In una lega sempre più pass-friendly come la NFL degli ultimi anni, il quarterback è in assoluto il ruolo che riceve più esposizione mediatica rispetto agli altri, una caratteristica che 

0
0
0
s2sdefault